Louis Pasteur : la sua vita

by Roberto Poeti
Pasteur  è stato un grande chimico

Ho incontrato questo personaggio , davvero interessante , in occasione di una ricerca che feci a suo tempo sulla nascita della Stereochimica . Pasteur è conosciuto come scienziato nel campo della biologia e della medicina , ma i suoi esordi avvennero nel campo della cristallografia e della chimica . Egli partiva infatti con una preparazione accademica nella scienze chimiche . Lavorò moltissimo sulla struttura dei cristalli , facendo delle scoperte che ebbero una enorme ricaduta nel progresso della chimica . A questo contenuto delle sue ricerche ho dedicato un articolo in questo stesso sito .

In questo nuovo articolo ho voluto soffermarmi sulla sua vita privata e sui luoghi del suo lavoro , raccontandoli su  un PDF  , attraverso immagini esclusive .

 Pasteur e Napoleone condividono un privilegio

Louis Pasteur gode di un grande privilegio : mentre tutti i grandi della Francia sono sepolti insieme nel mausoleo della nazione che è il Pantheon a Parigi , a Pasteur è stato dedicato un mausoleo personale . Una grande cripta decorata da mosaici molto belli che riproducono lo stile delle chiese del ravennate . La sua posizione privilegiata la condivide solo con un altro grandissimo  personaggio che i francesi considerano il padre della patria . Questo personaggio  è Napoleone Bonaparte il quale è sepolto in un mausoleo , a lui solo dedicato , presso l’ Hôtel des Invalides nel cuore di Parigi . Le immagini seguenti mostrano la cripta con la tomba e la maschera funeraria fatta subito dopo la  morte di Pasteur . Vi è anche un ritratto che rappresenta Pasteur giovane che si trova  in una stanza del suo appartamento all’interno  dell’Istuituto dove  visse con la famiglia .

 Luci e ombre

Luis Pasteur è stato un grande scienziato , un organizzatore efficiente. La sua vita è stata recentemente rivista in senso critico . Si sono messi in evidenza aspetti che il suo mito aveva nascosto , per esempio un tratto del suo carattere che rendeva non facile il rapporto con coloro che vivevano con lui la vita di ricercatore . Una tendenza ad accreditarsi i meriti delle sue scoperte più di quanto gli fosse spettato . Ma rimane un personaggio , pur con le sue asprezze , di grande spessore umano . Fa parte delle glorie della Francia, anche lui alimenta il sentimento collettivo della Grandeur di questo paese .

Alcuni  aspetti della personalità

Dopo una esperienza di studi molto negativa a Besançon  , il sedicenne Pasteur torna a casa ad Arbois , dove viene tentato dall’arte . Ma i suoi progetti prenderanno altra forma . Scrive alle sorelle da Digione , dove studia per il diploma :
<< Tre cose , la forza di volontà , il lavoro , e il successo sono i capisaldi dell’esistenza umana . La forza di volontà apre le porte a una carriera brillante e felice , il lavoro consente di entrarvi e una volta che si è fatta la corsa il successo corona la nostra conquista >>.
E’ il progetto della sua vita . Il 1857 la carriera di Pasteur ebbe un salto : venne nominato direttore dell’Ecole Normale Supérieure di Parigi . Scrive Debrè, uno dei suoi biografi :
<< Pasteur professava un senso dell’ordine quasi militare e una gerarchia che richiedeva un rispetto delle regole pari a quello delle leggi . La scuola doveva essere governata da regole così come la natura è governata dal determinismo >>
Per di più Pasteur era un cattolico fervente e intransigente .

Il nucleo originale dell’Istituto Pasteur

Vale la pena una visita al nucleo originale all’Istituto che contiene il suo laboratorio (Istituto Pasteur ) , il suo appartamento e la sua tomba , custoditi come se fossero cose sacre . Non solo è un viaggio nella storia della scienza , ma anche nell’ambiente privato di uno scienziato , che ha raggiunto la fama , alla fine ottocento . Nelle slider  che vi presento sono contenute immagini della sua casa e del suo laboratorio che ho ripreso durante una visita all’Istituto Pasteur  , il cui nucleo originale è costituito dal primitivo istituto , dall’appartamento adiacente dove viveva con la famiglia , il suo laboratorio e dal sepolcro dove è conservata la sua Salma .

L’Istituto Pasteur

La prima pietra dell’istituto venne posta nel gennaio 1887 . L’inaugurazione avvenne il 14 novembre 1888, di fronte a uno stuolo di autorità francesi e straniere in un tripudio di folla .Lo statuto definitivo prevedeva due obiettivi : il trattamento della rabbia secondo il metodo pasteuriano e lo studio delle malattie contagiose virulente.

Presentazione in PDF
                                                                           
                                                                                 

Articoli Correlati